Francesco Daniel Donati

Francesco Daniel Donati

FrancesoFrancesco Daniel Donati nasce a Innsbruck nel 1982. Consegue nel 2008 la laurea a pieni voti in Giurisprudenza presso l’Università di Pavia. Dopo la laurea svolge per qualche anno attività di consulenza giuridica presso uno studio notarile, parallelamente all’organizzazione di eventi culturali e musicali. Scoprendo una passione sempre più forte per tale attività, nel 2013 frequenta il Master in Management delle Spettacolo (MASP) presso l’Università Bocconi in collaborazione con l’Accademia della Scala e il Piccolo Teatro di Milano, consacrandosi definitivamente alla promozione culturale e musicale. Al Master segue un’esperienza lavorativa presso l’Opéra National de Paris.

Nel 2009 fonda l’Associazione Bottesini con lo scopo di promuovere la riscoperta e la valorizzazione dei musicisti cremaschi (Cavalli, Bottesini, Pavesi e altri). Nello stesso anno è ideatore e direttore artistico della prima mondiale in epoca moderna dell’opera “Ero e Leandro” di G. Bottesini, recuperata dal manoscritto autografo dopo oltre un secolo di assenza dalle scene teatrali e con protagonista il basso Roberto Scandiuzzi. Dell’opera è stato realizzato un dvd distribuito dalla casa discografica Dynamic. Dopo “Ero e Leandro” si succedono importanti eventi musicali e operistici, con la partecipazione, tra gli altri, del soprano June Anderson, il violinista Michael Guttman, i cotrabbassisti Enrico Fagone e Tim Cobb e il clarinettista Corrado Giuffredi. A partire dal 2007 instaura il suo rapporto con l’Associazione Dimore Storiche Italiane (ADSI) – Gruppo Giovani, del quale è Presidente della Regione Lombardia tra il 2011 e il 2013 e Consigliere Nazionale tra il 2011 e il 2015. Con l’ADSI organizza per diversi anni la manifestazione “Cortili Aperti” a Milano e in altre città della Lombardia.

Il 25 aprile 2015 organizza a Crema il concerto dei contrabbassisti del Teatro alla Scala.

Dal 2015 è direttore artistico del Concorso Lirico Internazionale di Portofino.
Dal 2016 è Direttore Generale del Concorso Bottesini.

Da sempre appassionato di lingue parla correntemente l'italiano, l'inglese, il francese, lo spagnolo e ha da poco intrapreso lo studio del tedesco.